Serie B, Zanellato: “Che emozione il ritorno in campo, ora a Perugia per vincere”

Due occasioni interessanti per battezzare il ritorno in campo con un gol, nel contesto di una prestazione positiva per qualità e quantità, ma soprattutto per la tenuta atletica, non affatto scontata dopo sette mesi trascorsi in infermeria e isolamento. Nicolò Zanellato è rientrato in campo sabato contro il Chievo, dimostrando di aver metabolizzato bene il lungo stop.

Che emozione è stata tornare in campo dopo tanto tempo?
“E’ stata davvero una ella emozione, perchè mi mancava molto il campo, soprattutto quello della nostra città. Senza tifosi però è stata un’emozione differente, ma sono molto contento per essere ritornato”.

Come è stato giocare senza pubblico e con il caldo.
“Faceva molto caldo, è vero, ed è stato un po’ penalizzante ma è stato così anche per i nostri avversari. Sappiano che sarà sempre così’ da qui in avanti. Senza pubblico è una sensazione strana, perchè giocoforza i tifosi ti danno una spinta in più, ma ormai è così e ci adatteremo a questa situazione”

Come stai dal punto di vista fisico?
“Fisicamente sto bene, mi sono preparato per l’inizio del campionato con il preparatore Allevi soprattutto quanto sono tornato qua a Crotone. Non sento nessun tipo di dolore e riesco a tenere per novanta minuti”

La capacità di inserimento è una delle armi più importanti, e contro il Chievo sarebbero potuti arrivare anche due gol…
“Quello è importante perchè un centrocampista moderno deve saper anche essere pericoloso in zona offensiva. Dopo sette mesi non è facile essere lucidi sottoporta, ma sono sicuro che da qui in avanti se mi ricapiterà di trovarmi davanti la porta andrà in modo differente”.

Si va a Perugia, squadra reduce dal successo di Ascoli. Che partita vi aspettate.
“Sarà una gara combattuta, come del resto tutte quelle del campionato. La affronteremo con lo stesso spirito battagliero di sempre, sono nove finali e ci impegneremo come fosse l’ultima della stagione”.