Serie A, il Crotone ritrova la vittoria: Budimir stende il Chievo

Crotone.Chievo, l'esultanza di Budimir

Buona la prima allo Scida per Zenga. Tre punti d’oro contro il Chievo e classifica che si rimette in moto. Il Crotone interrompe la lunga astinenza e sale a quota 15. Zenga conferma il 4-3-3 con Tonev che parte dalla panchina e Trotta che completa il tridente con Budimir e Stoian. In difesa conferma sia per Sampirisi che Martella sulla fascia opposta. La partenza mostra subito un Crotone più pimpante e vivace, esaltato dal nuovo assetto che libera spazi e le giocate. In dieci minuti i rossoblu potrebbero già esultare ma Stoian si vede respinto da Sorrentino un destro a giro e Budimir si divora da un metro la palla del vantaggio servitagli da Rohden.

Il Chievo non crea pericoli; e dunque il Crotone può continuare a spingere e al 33; Budimir può finalmente esultare quando appoggia in rete di un piatto un assist invitante di Ajeti sugli sviluppi di un’angolo: azione partita dal cross di Stoian che sbatte sulla traversa, palla tra i piedi di Ajeti che calcia forte in mezzo e trova sulla linea di porta Budimir – tenuto in gioco da Gobbi – pronto ad insaccare. Anche il finale di tempo conferma la buona vena dei rossoblu col Chievo che si affaccia un paio di volte in area disinnescato in sicurezza da Cordaz.

Nel secondo tempo il Crotone continua ad avvolgere il Chievo facendo girare la palla con qualità e quantità. Il difetto è la precisione sotto porta e il secondo gol divorato da Budimir tiene in vita il Chievo che col passare dei minuti guadagna campo e mette pressione. Il Crotone si rintana e protegge il vantaggio fino all’ultimo istante rischiando su un gol annullato (per un netto fuorigioco) ad Inglese e sulla conclusione di Pucciarelli che sfiora il pari. Il finale è teso e ne fa le spese anche Zenga che viene espulso per proteste. Ma alla fine fa festa il Crotone che può tornare a sorridere e l’uomo ragno va a saltare sotto la curva con la sua squadra.

Tabellino

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Ajeti, Martella; Barberis, Mandragora, Rohden (82’ Aristoteles); Trotta (73’ Tonev), Budimir (90′ Simy), Stoian. A disp.: Festa (GK), Viscovo (GK), Kragl, Suljic, Pavlovic, Faraoni, Cabrera, Crociata. All. Zenga

CHIEVO VERONA: Sorrentino; Cacciatore, Dainelli (77’ Hetemaj), Gamberini, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Rigoni (54’ Pucciarelli), Birsa; Inglese, Meggiorini (24’ Pellissier). A disp.: Seculin (GK), Confente (GK), Garritano, Stepinski, Gaudino, Cesar, Bani, Depaoli, Tomovic. All. Maran

Arbitro: Pairetto di Nichelino
Rete: 33’ Budimir (C)
Ammoniti: Ajeti (C), Bastien (CV), Gobbi (CV), Barberis (C), Mandragora (C), Birsa (CV), Dainelli (CV), Aristoteles (C)

Note: 91′ allontanato dalla panchina mister Zenga