Sindaci e Provincia di Crotone: usare Germaneto per la cura dei pazienti Covid-19

CROTONE – Utilizzare l’ospedale universitario di Germaneto al meglio delle sue potenzialità per la cura dei pazienti affetti da coronavirus. E’ questa la richiesta contenuta in una nota inviata dai sindaci della Provincia di Crotone, e dal presidente dell’ente intermedio Giuseppe Dell’Aquila alla governatrice della Calabria, Jole Santelli ed al commissario alla sanità Saverio Cotticelli.

La richiesta che ” l’ospedale Universitario di Germaneto venga impegnato al meglio delle sue potenzialità per la cura dei pazienti affetti da coronavirus” muove dalla considerazione che “gli ospedali non universitari, avendo un Pronto Soccorso, devono garantire comunque l’assistenza a pazienti con patologie acute sia mediche che chirurgiche. Ciò rende difficile non solo il reperimento di altri spazi e posti letto, ma anche un carico di lavoro difficilmente sopportabile per medici anestesisti che, oltre a garantire assistenza a pazienti con gravi difficoltà respiratorie positivi a coronavirus, devono prestare servizio nel proprio reparto di rianimazione e nelle sale operatorie. L’ospedale Universitario di Germaneto, non avendo un Pronto Soccorso può modulare e programmare a piacimento le attività dei reparti chirurgici ed internistici”.

Secondo Provincia e sindaci crotonesi “questo renderebbe possibile l’utilizzo di spazi per incrementare i posti letto secondo le necessità, considerando anche la possibilità di avere in servizio un numero di medici specialisti, considerando anche gli specializzandi, che gli altri ospedali non hanno. Tale soluzione, per gli abitanti della Provincia di Crotone, risulta vitale e di garanzia qualora la situazione dovesse precipitare. Oggi abbiamo tutto il tempo necessario per prevenire e di conseguenza organizzarci al meglio tutelando al meglio i territori”.