Soroptimist, studenti contro la violenza e a difesa dei diritti umani

CROTONE – Si è concluso nei locali dell’istituto Santoni il percorso di formazione contro ogni forma di violenza ed in difesa dei diritti umani organizzato dal Soroptimist club Crotone. Numerosi gli studenti di ogni ordine e grado della provincia che vi hanno preso parte. L’associazione aveva lanciato a novembre un appello alle scuole sollecitando la riflessione su questi temi nelle classi, che hanno risposto con iniziative singole ed anche associate ad Equilibri, la rete provinciale tra scuole per la promozione della lettura.

“La scuola ha un ruolo strategico nella formazione alla difesa dei diritti umani” ha detto la presidente del Soroptimist club, Annamaria Sulla. “Lo scenario nazionale fortunatamente sta cambiando anche grazie alle campagne di sensibilizzazione, e se pure si registrano ancora numerosi casi di violenza, è pur vero che c’è un maggiore grado di consapevolezza che porta le donne alla denuncia. Come associazione siamo al tavolo del protocollo Viola che si occupa delle vittime, impegnandosi tanto nelle misure immediate di soccorso, sostegno e solidarietà quanto in quelle della messa a punto di linee programmatiche per la prevenzione”.

Sulla si è rivolta ad un pubblico di studenti attenti e partecipi che si è lasciato coinvolgere nel dibattito con riflessioni ed interventi, esprimendo soddisfazione per l’alta partecipazione delle scuole, “fulcri fondamentali dell’educazione delle future donne e futuri uomini di domani”. Tra le scuole che hanno raccolto l’appello del Soroptimist – rappresentate dalla dirigente del Pertini-Santoni, Ida Sisca, e dalla presidente della rete Equilibri, Eugenia Garritani – gli istituti comprensivi Alcmeone, Cutuli, Casopero, Filottete e Papanice; la scuola Media di Cirò Marina e la Tallarico di Casabona; gli istituti d’istruzione superiore Lucifero e Pertini-Santoni.



In questo articolo: