Special Olympics, il 27 novembre a Crotone flash mob in piazza della Resistenza

L’appuntamento è per sabato 27 novembre a partire dalle ore 10,30 in piazza della Resistenza. Nel ‘cuore’ di Crotone, davanti il palazzo del Comune, si celebrerà un Flash Mob organizzato da Special Olympics Italia, la più grande organizzazione sportiva al mondo per le persone con disabilità intellettiva. Una movimento che anche a Crotone ha ormai preso piede, grazie anche all’impegno e alla perseveranza di Francesca Pellegrino, delegato provinciale del Coni ma anche direttore provinciale dell’Associazione.
L’evento andrà in scena in tutta Italia, con date e orari scelte dalle associazioni locali in base alle rispettive esigenze, in una forbice che varia dal 27 novembre al 3 dicembre, giornata, appunto, simbolo. Per quella data è prevista la convention nazionale dell’associazione, e dunque i movimenti sui territori hanno organizzato i vari flash mob nella settimana precedente. Crotone, dunque, lo svolgerà sabato 27 novembre, e a partecipare saranno i ragazzi dell’Istituto Pertini-Santoni, una sorta di partner privilegiato essendo un polo provinciale per l’inclusione. Naturalmente ci saranno i ragazzi dell’associazione ‘Gli altri Siamo Noi’, oltre all’Asd Fazenda Alexandra, prima società del territorio ad aderire al movimento. La partecipazione è evidentemente apertura a tutti coloro i quali vorranno condividere un momento speciale in cui l’obiettivo è uno solo: ballare insieme il Flashmob in occasione del 3 dicembre, giornata internazionale delle persone con disabilità. Sarà un momento giocoso, gioioso, di spettacolo, musica e intrattenimento. Che ha la funzione di favorire l’inclusione quale messaggio da diffondere con tutte le forze.
In tante piazze, centri commerciali e palestre, in tutta Italia, si celebrano gli Atleti Special Olympics: la loro abilità nel dare sempre il meglio di sé , nello sport ed in ogni situazione. “Live is Life” di Opus è un inno alla vita che può essere interpretato anche come un ritorno “alla vita”, un ritorno agli eventi di Special Olympics.
Lo si potrà tornare a farlo dal vivo, guardandosi negli occhi e godendo di momenti di socialità e aggregazione, naturalmente con tutte le precauzioni.