Taranto, bando gara innovativo per la bonifica dei sedimenti marini

taranto, bonifica, sedimenti marini, mar piccolo, vera corbelli

TARANTO – Un bando di gara europea dal valore di 32,276 milioni di euro è stato lanciato dal commissario di Governo alla bonifica di Taranto, Vera Corbelli. Area dell’intervento è il Mar Piccolo. “Gli interventi da realizzare nel primo seno del Mar Piccolo – spiega il commissario – hanno come obiettivo l’abbattimento del livello di contaminazione riscontrato nei sedimenti marini”. Questo, spiega ancora, avverrà “mediante l’applicazione, previa dimostrazione su scala pilota, di tecnologie innovative, le cui tipologie sono già state individuate”. Si tratta di “asportazione selettiva dei sedimenti con relativo recupero; capping con relativa ricostruzione dell’habitat naturale; bioremediation in situ.

La durata del contratto d’appalto è di 635 giorni e non è oggetto di rinnovo. La gara è stata pubblicata il 4 giugno sulla Gazzetta Ufficiale”. Per il commissario alla bonifica, Corbelli, “Si tratta della prima gara in Italia di questo tipo nel settore delle bonifiche” attraverso l’adozione di “una procedura innovativa, nell’ambito Codice degli appalti, che ha lo scopo di coadiuvare il settore pubblico nella crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, anche a livello europeo”. Secondo Corbelli, “l’intenzione del legislatore è quella di coinvolgere la flessibilità e i vantaggi del partenariato pubblico privato – anche o soprattutto in termini economici – al fine di raggiungere l’innovazione e metterla utilmente a servizio del pubblico”.

La gara si chiude il prossimo 2 luglio.