Torretta, cinghiali nel giardino. La proprietaria: ho paura a tornare a casa

CRUCOLI TORRETTA – “Ad agosto devo tornare al mio paese con dei bambini, ma ho paura perché il giardino di casa è quotidianamente invaso dai cinghiali”. Sono queste le parole di Lucia, donna originaria di Torretta di Crucoli che vive in Germania e la quale, attraverso i parenti, è stata informata di quanto sta accadendo ormai da mesi nel suo paese dove, come abbiamo scritto qualche tempo fa, i cinghiali ormai vivono a stretto contatto con le persone quasi come animali di quartiere. Basta vedere il video che la signora Lucia ci ha inviato: i cinghiali – è il caso di dirlo – fanno i porci comodi loro.

La situazione non è più sopportabile. Con l’emergenza rifiuti gli ungulati hanno invaso anche le strade del paese. L’assurdo è che le istituzioni si rimpallano le responsabilità. La signora Lucia ci ha raccontato di aver chiamato alla Regione Calabria che, però, nei centri abitati non può inviare selettori in quanto non possono agire. L’invito è chiamare le forze dell’ordiene che, però, più di spaventare i cinghiali con l’utilizzo di luci o sirene non possono certo mettersi a fare i cow-boy sparando agli animali. Anche il Comune di Crucoli – ha riferito la signora – non ha saputo dare risposte. Il problema, che per le campagne pare possa risolversi con l’autorizzazione agli agricoltori in possesso di licenza di caccia di abbattere direttamente i cinghiali, insomma si sposta nei centri abitati ed al momento non ha soluzioni se non quella di convivere con questi animali che camminano in branco con prole a seguito e possono essere pericolosi: “I miei parenti – racconta la signora Lucia dalla Germania . ne hanno contatto undici nel giardino di casa. Hanno rotto il cancello. Io come faccio a tornare con dei bambini? Ho paura”.