Tromba d’aria, scoperchiato santuario a Rocca di Neto

CROTONE  – Una tromba d’aria ha colpito nella tarda serata del 3 ottobre la zona tra i comuni di Scandale e Rocca di Neto causando gravi danni soprattutto al santuario della Madonna di Setteporte.

La tromba d’aria si è materializzata intorno alle 22:30 ed ha interessato il villaggio di Corazzo, frazione del comune di Scandale, e l’area del Santuario della Madonna di Setteporte che si trova nel comune di Rocca di Neto.

Proprio qui ci sono stati i danni più gravi: il tetto del Santuario è stato letteralmente spazzato via dall’impeto del vento, mentre all’interno della Chiesa sono caduti calcinacci e detriti. L’intervento di volontari e vigili del fuoco ha permesso di recuperare le statue e la tela del quadro della Madonna il cui diadema è stato strappato dal vento e ritrovato poi all’interno della Chiesa.

Alberi sradicati, linee telefoniche ed elettriche gravemente danneggiate, invece, nel villaggio di Corazzo. Qui sono entrate in azione diverse squadre dei tecnici della Enel Distribuzione per la messa in sicurezza delle linee elettriche. I vigili del fuoco, invece, hanno liberato la strada di località Sant’Anastasia che era bloccata da un grosso albero di pino caduto tra le case e che aveva isolato 5 famiglie.

Il comune di Rocca di Neto e di Scandale hanno inviato i loro tecnici per la valutazione dei danni col fine di chiedere lo stato di calamità naturale.