Video pestaggio, denuncia per lesioni e cyberbullismo. La vittima chiede di procedere contro chi ha diffuso immagini

kebab, asp catanzaro

CROTONE – Denuncia per lesioni aggravate, ma anche per cyberbullismo. Sono queste le accuse mosse nei confronti dei minorenni protagonisti del video che riprende l’aggressione di un ragazzo di Crotone avvenuta nel mese di dicembre e portata all’attenzione della Polizia grazie alla segnalazione di alcuni genitori che avevano ricevuto il video su whatsapp. Dopo l’individuazione dei protagonisti è scattata la segnalazione alla procura del Tribunale dei minori con l’ipotesi di reato di lesioni aggravate nei confronti del ragazzo che picchia la vittima e di concorso in lesioni per chi osserva senza intervenire e di chi filma l’accaduto.

La famiglia del giovane malmenato, rappresentata dall’avvocato Francesco Verri, ha presentato comunque denuncia per le lesioni, ma anche per cyberbullismo: “la diffusione del video – ha spiegato Verri – ha amplificato l’umiliazione inflitta alla vittima che ha avuto delle conseguenze psicologiche”. La famiglia del ragazzo picchiato ha denunciato gli altri ragazzi che hanno assistito al pestaggio e chiesto di procedere contro chi ha diffuso il video sia sui social che sulle testate giornalistiche: “Il diritto di cronaca non c’entra – dice Verri -. Il video è lo strumento del cyberbullismo del gruppo per cui facendolo circolare si mortifica nuovamente la vittima”.