/ Provincia

Provincia | 06 febbraio 2024, 14:32

Tentato omicidio alla vigilia di Natale, arrestati due giovanissimi di Cirò Marina

Tentato omicidio alla vigilia di Natale, arrestati due giovanissimi di Cirò Marina

CIRO' MARINA - Due giovani di Cirò Marina, di 18 e 16 anni, sono stati arrestati con l'accusa di tentato omicidio nei confronti di un coetaneo di Cariati. I Carabinieri della Compagnia di Cirò Marina hanno eseguito martedì 6 febbraio i due provvedimenti cautelari, emessi dai Gip presso i Tribunali di Crotone e presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, su richiesta della locale Procura della Repubblica e della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni per il delitto di tentato omicidio aggravato e in concorso nei confronti di un 19enne di Cariati, e solo per l'indagato maggiorenne, per stalking nei confronti della sorella minorenne della vittima. I fatti sono avvenuti nella notte del 24 dicembre scorso nel territorio di Torretta di Crucoli dove i due amici di Cirò Marina, secondo le indagini condotte tra dicembre 2023 e febbraio 2024 dai Carabinieri, hanno speronato ripetutamente l'auto a bordo della quale si trovava il giovane di Cariati facendola sbandare, uscire fuori strada, e ribaltare nell’erba.
I militari, mediante attività tecniche, acquisizione di filmati di video sorveglianza e servizi di osservazione controllo e pedinamento, hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza che avevano consentito di fare luce sulla dinamica dell’impatto immediatamente. Le attività successive hanno fatto emergere il presunto movente. Come hanno ricostruito i carabinieri, alla base dell'accaduto c'è una lite tra il 18enne e la sorella minore del giovane cariatese per un presunto stato di ubriachezza della ragazza. Il 18enne cirotano, infatti, convinto che la ragazza avesse fatto abuso di alcol, l'avrebbe costretta a recarsi a Cariati, presso una struttura sanitaria, per sottoporla ad accertamenti medici volti a supportare la sua tesi: esami, questi, non svolti solo grazie alla ferma opposizione del personale sanitario.
A quel punto, per quanto emerso dalle attività, gli indagati avrebbero chiesto conto dell’asserito comportamento della ragazza al fratello di lei, un ragazzo di 19 anni di Cariati, invitandolo a raggiungerli a Cirò Marina, dove lo attendevano per aggredirlo armati di una tenaglia. Aggressione cui il ragazzo sarebbe riuscito a sottrarsi solo difendendosi con un bastone e mettendosi in fuga verso Cariati. A quel punto è scattato l'inseguimento con lo speronamento avvenuto nel tratto di statale 106 che attraversa l'abitato di Torretta di Crucoli.

Il quadro indiziario raccolto dai Carabinieri a carico degli indagati è stato condiviso dalla Procura della Repubblica di Crotone e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro, che hanno avanzato la richiesta di emissione di misura cautelare. I Gip hanno disposto la cattura dei soggetti. Per il maggiorenne si sono aperte le porte del carcere di Crotone, mentre il minorenne è stato condotto presso una comunità. Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari, e, all’esecuzione delle misure cautelari odierne, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa degli indagati, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati