/ Cronaca

Cronaca | 13 febbraio 2024, 12:22

Narcotraffico tra Napoli e Crotone: la Guardia di finanza arresta 16 persone

Narcotraffico tra Napoli e Crotone: la Guardia di finanza arresta 16 persone

C'era un gruppo che operava tra Napoli e Crotone per commercializzare grosse partite di sostanze stupefacenti, soprattutto hascish e cocaina, nell'organizzazione criminale sgominata oggi dalla Guardia di finanza del capoluogo campano che ha arrestato sedici persone accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione a fine di spaccio di droga, ma anche sequestro di persona a scopo di estorsione, procurata inosservanza di pena.

Le fiamme gialle hanno eseguito altrettante ordinanze cautelari emesse dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Dda a conclusione di una indagine che ha consentito di disvelare l’operatività di quattro diversi gruppi criminali (in provincia di Napoli, ma con ramificazioni anche in altri territori italiani e in Spagna), dediti al traffico di partite di stupefacenti di diverso genere (per lo più, hashish e cocaina).

Un primo gruppo, operativo nel territorio di Napoli e provincia e con ramificazioni a Crotone, capeggiato da un soggetto che, tramite corrieri, si sarebbe occupato della commercializzazione all’ingrosso di partite di stupefacenti in favore di clienti non solo campani ma anche calabresi.

Un secondo gruppo, operativo a Napoli e provincia e con ramificazioni in altre Regioni italiane (in particolare, l’Emilia-Romagna), che avrebbe distribuito partite di stupefacente anche al primo sodalizio.

Un terzo gruppo, che avrebbe importato partite di stupefacenti dalla Spagna destinandole soprattutto al mercato irpino.

Un quarto gruppo, avente base operativa in Giugliano in Campania (Na), che si sarebbe occupato della commercializzazione del narcotico in favore, in particolare, di un altro gruppo criminale attivo nei paesi vesuviani.

Nel corso delle attività investigative, condotte in collaborazione con il Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, sono stati sottoposti a sequestro oltre 300 kg. di hashish, 36 kg. di cocaina e oltre 400 mila euro in contanti. L’indagine avrebbe anche consentito di accertare il sequestro di persona a scopo di estorsione di uno dei destinatari della misura cautelare per costringere la moglie e il fratello di questi a saldare un debito di 7.700 euro originato da precedenti forniture di droga non pagate.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati