/ Sport

Sport | 21 aprile 2022, 17:43

Pallavolo Crotone, Romina Pioli saluta il parquet dopo 23 anni: sabato l'ultima partita al Palakrò

Pallavolo Crotone, Romina Pioli saluta il parquet dopo 23 anni: sabato l'ultima partita al Palakrò

Ultima giornata in casa per la Poseidon Crotone che giocherà sabato alle ore 18 contro il volare Benevento per quello che vale solo per l’onore di un Miglior piazzamento in classifica.
Ma la notizia boom delle ultime ore è che il capitano Romina Pioli ha deciso di chiudere la parentesi agonistica proprio con questo campionato e sfrutterà questo turno casalingo per salutare il pubblico che in questi 23 anni (dal 1999) ha sostenuto ed ammirato le gesta di un persona prima e di un atleta dopo impeccabili e professionali. 23 anni pieni di grandi vittorie e cocenti sconfitte così come la vita ci riserva durante ogni percorso tanto più bella vita sportiva spesso più breve, ma la parabola di capitan Pioli è lunga e spesso vincente. Arrivata nella stagione 1999/2000 arriva subito la promozione in B2 ma l’anno successivo il proiettore brutto degli incidenti al ginocchio la mette fuori gioco per tutta la stagione 2000/20001 la sua tenacia la porta al rientro suo campi da gioco già dalla stagione 2001/2002 per far vincere al Crotone la sua prima coppa Calabria, e dopo altri 2 anni si ritorna a vincere il campionato di serie c con il bis della coppa Calabria. Tante squadre di categoria superiore fanno Piovono tante offerte per il bomber di Gioia Tauro ma la sua decisione di restare a Crotone  (anche per motivi personali, decide di mettere su famiglia) anche in serie C da un nuova ventata di entusiasmo, permette alla società di assestarsi e tornare ai campionati nazionali. Nel 2010  si fa tris con le vittorie di coppa Calabria  e si sfiora la vittoria del campionato dopo 17 gare vinte di seguito interrotte solo per un infortunio della palleggiatrice ed anche in quel caso il talento di capitan Pioli si mette al servizio della squadra cambiando ruolo e svolgendo la regia della squadra fino a fine campionato. Dal 2015 decide di cambiare ruolo abbandonando quello che era stato per lei un abito cucito su misura, ricevitore attaccante ed intraprende quello sicuramente meno usurante della palleggiatrice, il suo talento lo esprime anche nella nuova veste tanto da risultare tra le più brave in serie c e nel 2018/19 arriva la consacrazione con la vittoria più bella la vittoria dei playoff davanti a migliaia di tifosi in delirio in casa ed in trasferta.
Gli anni successivi l’idea di appendere le ginocchiere al chiodo si presenta sempre nella testa ma poi l’atleta che è in lei trova sempre il modo di essere utile alla squadra, così gli altri due anni di b hanno visto un rimandare l’addio alla pallavolo giocata compreso lo scorso anno dove riuscì a trascinare la squadra al playoff promozione per poi fermarsi per casi eclatanti di covid che estromisero il Crotone dai giochi.
E si arriva alla stagione attuale, con ennesimo record per la società, fatto di 9 vittorie consecutive, si ritorna a giocare in casa senza restrizioni covid per cui quale migliore occasione per salutare il suo palazzetto dello sport ed il suo pubblico con una lacrimuccia che cadrà su tanti visi di persone che hanno condiviso con lei tanti momenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Abbonati